Technology Hub, ha avuto luogo a MiCo-fieramilanocity, dal 20 al 22 aprile, dove ha ospitato Robot Hub, uno spazio tematico dedicato alla robotica collaborativa e di servizio (robot che lavorano a fianco dell’uomo, robot che apprendono con l’esperienza, robot umanoidi, strumentazioni robotiche, computerizzate e di simulazione per migliorare la produttività e la competitività delle aziende), offrendo una panoramica su tutte le nuove applicazioni robotiche.

In particolare, nell’AREA DIMOSTRATIVA ROBOTICA COLLABORATIVA i visitatori hanno potuto vedere i cobot (collaborative robot), una tecnologia che sta segnando un nuovo trend di sviluppo nel settore della robotica. Si tratta di applicazioni capaci di lavorare a fianco dell’uomo, senza barriere di separazione e in totale sicurezza, impegnate in operazioni di handling, assemblaggio e controllo qualità, interconnesse con tecnologie IoT.

In questo contesto K2innovation ha potuto svolgere la propria funzione di System Integrator cooperando con il team di Dassault Systèmes che ha portato in mostra il robot umanoide Poppy riproducendo il processo di sviluppo prodotto dall’inizio, portando nel flusso la simulazione ad elementi finiti e la validazione del software necessario alla movimentazione, utilizzando un prototipo virtuale nel sistema, gemello del modello fisico (anch’esso presente in fiera).

Poppy Humanoid  è stato progettato con le tecnologie della piattaforma 3DEexperience, è stato prodotto con parti realizzate in stampa 3D. Misura 84 cm, ha un peso di 3,5 kg e impiega 25 attuatori intelligenti.

Il robot, completamente opensource, è progettato a fini di studio e ricerca nell’ambito della locomozione umana su due arti, ma è anche pensato per performance artistiche e a fini educativi.

Ma soprattutto, Poppy è un mezzo eloquente per mostrare ai manager delle imprese l’impatto di un’esperienza 3D nell’epoca di Industria 4.0 ed i molteplici elementi e applicazioni di tale rivoluzione nell’ambito dei processi industriali, dallo sviluppo del prodotto alla produzione, passando dalla validazione e dalla industrializzazione, anche attraverso l’IoT.

Poppy è stato realizzato con un processo digitale continuo sfruttando i dati condivisi in tempo reale da tutti gli operatori del progetto e della produzione, attraverso il linguaggio facilitante del 3D.